IL CASO SIGNOR-ELLI

Venerdì 27 aprile ore 21 

Prima Nazionale  

ore 11 matinée per le scuole secondarie di II grado

ore 21 recita serale  

GUIDO BARLOZZETTI 

IL CASO SIGNOR-ELLI 

Indagine sul mistero di Freud e il Giudizio Universale di Luca

testo, regia e interpretazione Guido Barlozzetti

progetto visivo e allestimento Massimo Achilli

musiche originali composte ed eseguite da Enzo Pietropaoli

produzione Il Collettivo Teatro Animazione

 

Uno spettacolo-racconto sull’incontro “eccezionale” tra Luca Signorelli e Freud. A cavallo tra l’Ottocento e il Novecento, il fondatore della psicanalisi frequentò assiduamente Orvieto poiché affascinato e turbato dagli affreschi del Signorelli nella Cappella Nova del Duomo. Fu talmente colpito da quelle immagini che, paradossalmente, dimenticò il nome del pittore e questa dimenticanza lo portò ad un'autoanalisi e a un ragionamento decisivo per lo sviluppo delle sue teorie e la redazione de L'interpretazione dei sogni.

Perché fu così affascinato e turbato dal Giudizio Universale di Signorelli? Cosa nascondeva quella dimenticanza di così sconcertante da portare a una cancellazione così radicale? Quale "sostanza inconscia" era stata risvegliata dalla visione degli affreschi? Il caso Signorelli" vuole raccontare questa storia affascinante attraverso la ricostruzione dei viaggi di Freud e sulla falsariga di una detection che, per interposto Luca Signorelli, interroghi il mistero di fronte a cui Freud si è trovato e la risposta che ha creduto di dare.