GIORNI FELICI

Venerdì 6 aprile ore 21
NICOLETTA BRASCHI

GIORNI FELICI

di Samuel Beckett
traduzione Carlo Fruttero (Giulio Einaudi Editore)

con Nicoletta Braschi
e con Andrea Renzi
scene e costumi Lino Fiorito
luci Pasquale Mari  suono Daghi Rondanini

aiuto regia Costanza Boccardi

regia Andrea Renzi

produzione Melampo/Fondazione Teatro Stabile di Torino

 

Giorni felici di Samuel Beckett (1961) è uno dei momenti più alti del teatro novecentesco. In scena Winnie, sepolta fino alla vita in un cumulo di sabbia, e Willie, il marito. Mentre la sabbia ricopre inesorabilmente entrambi, Winnie chiacchiera senza sosta, in un'alternanza insensata di momenti che sono il cuore della straordinaria esplorazione beckettiana della vita, ai margini della follia. Nonostante la terribile condizione, per Winnie, sono giorni felici. Eppure è lì con mezzo corpo sepolto in una fossa, allegoria di una umanità imprigionata nella fatale schiavitù della vita prima che la fossa si chiuda inesorabilmente sull’ultimo anelito.