Comunicato del 19 novembre 2014

Phoenix la rinascita in musica dei Cherries on a Swing Set
Grande attesa per lo spettacolo in cartellone al Mancinelli il 22 novembre

 Dopo  il successo che ha riscosso, lo scorso 2 novembre, lo spettacolo “Aspettando Phoenix... passato, presente... futuro”, dove i Cherries On A Swing Set, quintetto vocale coordinato da Stefano Benini, hanno incantato il pubblico del Teatro Carmine di Orvieto con le tappe più significative del loro percorso artistico, c'è grande attesa per sabato 22 novembre quando, il Teatro Mancinelli di Orvieto, ospiterà alle 21.00 “PHOENIX, a cappella visual show, il nuovo concerto del quintetto.

Un viaggio magico che dalle ceneri della musica tradizionale conduce ad una rinascita del suono e dove le voci del quintetto accompagnano alla radice della musica e all'essenza stessa dell'arte.
 
“Questo spettacolo rappresenta per noi un grande punto di arrivo ed una nuova partenza – dicono i Cherries. Si concludono i primi cinque anni del nostro percorso insieme e da qui si riparte verso altri orizzonti e con un programma interamente rinnovato”.
 
Un repertorio in cui la ricerca vocale, stilistica e compositiva tiene conto delle molteplici esperienze artistiche maturate dal gruppo: Abba, Queen, Madonna, Mia Martini, Patty Pravo sono solo alcuni degli artisti, che nel tempo, hanno ispirato il quintetto e che saranno, con i loro pezzi, parte della scaletta, insieme a novità come Cindy Lauper, Imagine Dragons, Fun, Edith Piaf.
 
Un nuovo avvio verso un entusiasmante viaggio contraddistinto dalla contaminazione che porta il gruppo a cimentarsi in stili e generi musicali molto diversi tra loro, provenienti da più paesi del mondo: America Latina, Africa, Francia e, ovviamente, Italia con la canzone popolare (genere a cui il quintetto è approdato di recente, grazie alla collaborazione con Ambrogio Sparagna), s'incontreranno e celebreranno l'arte sul palcoscenico del Mancinelli.
 
A riassumere il senso  di questo concerto è il brano Arabica Phoenix, primo singolo del gruppo, scritto da Stefano Benini e da EriK Bosio (noto musicista e cantante dei Cluster). Il brano uscirà on line, in contemporanea allo spettacolo, con la proiezione di un video che porta la firma della giovane regista orvietana Valentina Dalmonte. Effetti visivi ed immagini, a cura di Laura Famoso, sottolineeranno i momenti musicali, accompagnati anche dalle coreografie della New Art Studio di Orvieto.
 
Lo spettacolo al Teatro Mancinelli sarà solo la prima di una serie di tappe che condurrà il gruppo in giro per l'Italia, sulle ali della sua fenice in musica: “a dicembre – spiegano i Cherries - saremo al Winter Vocal Festival di Pinerolo ed a gennaio nella capitale, a ritirare un importante riconoscimento al festival Voceania”.
 
Un  cerchio, come quello che delinea le note, che si apre e chiude ad Orvieto: “il rapporto con la nostra città - concludono i Cherries - con il pubblico che ci ha visto nascere e ci sostiene costantemente è fondamentale per noi.”    
 

                                          

I Cherries on a Swing Set - Sara Paragiani, Veronica Troscia, Chiara Dragoni, Daniele Batella e Stefano Benini - sono  un quintetto vocale nato ad Orvieto nel 2009, sotto la direzione di Stefano Benini. Il loro repertorio spazia nei vari generi della musica moderna, dal pop/rock italiano ed internazionale fino al jazz e al folk. Il tutto con l’uso esclusivo delle sole voci. In cinque anni di attività il gruppo si è fatto apprezzare in molte città italiane e si è esibito in prestigiose sale da concerto come la Sala Sinopoli dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, i live club Stazione Birra e Alexander Platz (Roma). E’ stato tra i protagonisti di diversi festival di spicco, tra cui “Festa Europea della Musica” (Roma), “Sanvalentino Jazz Festival” (Terni), “Umbria Folk Festival” (Orvieto), Vokal Fest (Roma), Solevoci (Varese).