Stagione Teatrale 2010 - 2011 programma

PASSAPAROLA

 

 

Sabato 16 ottobre ore 21 – Domenica 17 ottobre ore 17   

LA COMPAGNIA DI TEATRO DI LUCA DE FILIPPO

Le bugie con le gambe lunghe                      Anteprima nazionale

di Eduardo De Filippo

con Luca De Filippo, Nicola Di Pinto, Anna Fiorelli, Fulvia Carotenuto, Carolina Rosi, Massimo De Matteo, Gioia Miale, Giuseppe Rispoli, Antonio D’Avino, Chiara De Crescenzo, Alessandra D’Ambrosio, Carmen Annibale

regia Luca De Filippo

scene Gianmaurizio Fercioni

costumi Silvia Polidori

luci Stefano Stacchino

 

La storia vive dei reciproci intrighi che alcune coppie intrecciano intorno a Libero Incoronato, un uomo modesto, onesto e dignitoso, la cui vita viene sconvolta dai vicini che tentano di coinvolgerlo nelle loro squallide storie. Prima ostinato nello smascherare le menzogne spacciate per verità, Libero alla fine si adegua in modo provocatorio alla regola generale, amplificandola fino al paradosso.

 

 

 

 

Domenica 31 ottobre ore 17

MASSIMO FOSCHI

Processo a Gesù

di Diego Fabbri

con Massimo Foschi, Marco Balbi, Renato Campese, Dely De Maio, Crescenza Guarnieri, Massimiliano Franciosa,  Massimo Reale

e con Elisa Di Eusanio, Domenico Diele, Fabio Mascagni, Daniele Orlando, Rocco Piciulo, Alice Spisa

con la partecipazione di Angiola Baggi

regia Maurizio Panici

scene Daniele Spisa

costumi Lucia Mariani

 

Un gruppo di attori ebrei recita il processo a Gesù tra la gente di oggi. Documento di un’epoca inquieta in cui l’uomo si allontana da Dio, ma più lo fa e più ne sente il disperato bisogno, l’opera è un esempio coinvolgente di “teatro nel teatro”. Una drammaturgia che, ricreando atmosfere pirandelliane, porta il pubblico a porsi domande attraverso un meccanismo di grande teatralità.

 

 

 

 

Venerdì 12 novembre ore 21                                                                 Fuori abbonamento

EMILIANO PELLISARI

Inferno

di Emiliano Pellisari

cast Annalisa Ammendola, Marianna Porceddu, Giulia Consoli, Adriana Amato, Sebastiano Lo Casto, Gabriele Bruschi

musiche originali: etno, world, classica…       

voce recitante Vittorio Gassman

 

Un viaggio nel mondo degli inferi attraverso danzatori acrobati che sfidano le leggi della fisica trasformando lo spazio teatrale in una nuova dimensione, quella del sogno. ideatore di spettacoli di successo nazionale come Nogravity e autore di performance per eventi internazionali, Pellisari porta in scena il primo episodio della trilogia sulla Divina Commedia.

 

Sabato 13 novembre ore 21                                                      Prima assoluta

Domenica 14 novembre ore 17            

Dall’ideatore di Inferno

EMILIANO PELLISARI

Cantica II  DIVINA COMMEDIA            

cast Mariana Porceddu, Annalisa Ammendola, Giulia Consoli, Gabriele Bruschi, Yari Molinari, Patrizio Di Diodato

musiche repertorio classico rielaborato da Riccardo Magni (consulenti musicali Domenico Bulla, El Sander)

voci recitanti Nicola Marcucci, Laura Amadei

costumi Yari Molinari

cast tecnico Matteo Taverna (disegno luci), Christian Pinchiorri (uomo macchina)

 

Prosegue il viaggio dantesco con il secondo episodio della Trilogia sulla Divina Commedia. Se nell’Inferno i corpi nudi creavano l’architettura dello spazio ultramondano, protagonisti del Purgatorio sono costumi, tessuti e oggetti. Una salita spirituale in una cornice medioevale attraverso quadri allegorici, scanditi da una musica tratta dal repertorio classico intervallato da sonorità contemporanee.

 

 

Sala del Carmine

Mercoledì 17 novembre  ore 21

Giovedì 18 novembre ore 21     

Venerdì 19 novembre ore 21      

FAUSTO RUSSO ALESI

20 novembre

di Lars Norén      traduzione Annuska Palme Sanavio

con Fausto Russo Alesi

regia Fausto Russo Alesi

impianto scenico Marco Rossi

luci Claudio De Pace

 

 

 

Ispirandosi ad un fatto di cronaca, Norén scava nelle pieghe dell’orrore che si nasconde nella società contemporanea, cercando di capirne l’origine. Uno studente tedesco entra armato in un liceo, apre il fuoco su allievi ed insegnanti provocando cinque feriti, poi si suicida. La notte precedente aveva pubblicato su internet alcuni appunti per motivare il suo gesto.

 

 

Sabato 20 novembre ore 21 – Domenica 21 novembre ore 17

VINCENZO SALEMME

L’astice al veleno                                                               Prima nazionale

di Vincenzo Salemme

con Vincenzo Salemme, Benedetta Valanzano, Antonella Morea, Nicola Acunzo, Domenico Aria, Antonio Guerriero, Giovanni Ribaud

regia Vincenzo Salemme

scene Alessandro Chiti

musiche originali Antonio Boccia

 

Salemme torna in palcoscenico con una nuova commedia brillante e romantica, condita con una decina di pezzi inediti cantati dai vari personaggi. La vicenda narra la storia d’amore tra un’attricetta e un regista sposato che non ha nessuna intenzione di lasciare la moglie; due amanti infelici, un incontro improbabile e un astice che non si arrende al proprio destino.

 

 

Domenica 28 novembre ore 17

Compagnia Mvula Sungani

Non solo Bolero   Carmen – Carmina Burana - Amores 

con Kledi Kadiu e Emanuela Bianchini

solisti Ilaria Palmieri, Ivana Cibin, Alessia Giustolisi, Mario Izzo, Ilaria Ostili, Enrico Paglialunga, Patrizio Bucci

regia e coreografie Mvula Sungani

musiche Ravel, Orff, tradizionali

costumi Giuseppe Tramontano

scene e multimedia Mm Production

 

Un intreccio di storie dal forte sapore etnico, che vede alternarsi opere note come la Carmen di Bizet, i Carmina Burana di Orff e il Bolero di Ravel a momenti di rarefatta intensità che raccontano le vicende personali dei protagonisti. Tra gli interpreti Kledi Kadiu (presenza fissa nel corpo di ballo di “Amici) e Emanuela Bianchini.

 

 

Venerdì 3 dicembre ore 21                                                                    Fuori abbonamento

GIUSEPPE GIACOBAZZI

Una vita da pavura

di e con Andrea Sasdelli

 

Dopo 20 anni di palchi, radio e tv fino al trionfale approdo a Zelig, Giacobazzi nel pieno della maturità artistica si racconta a teatro. In esame dalle vicende di vita quotidiana al rapporto con le donne, dalla ristrutturazione della casa alla spesa. Con una mimica e un umorismo unici l’artista analizza l'attualità italiana e sono risate incontenibili ma amare.

 

 

 

Domenica 12 dicembre ore 17   

GIOVANNA MORI – JACOB OLESEN

Oibò sono morto

di Giovanna Mori e Jacob Olesen

con Giovanna Mori e Jacob Olesen

collaborazione artistica Giovanni Calò e Mario Guiducci

disegno luci Luca Febbraro

 

Una riflessione sul senso della vita, un racconto su cosa succede quando “la signora morte ci viene a prendere”, di cosa c’è nell’aldilà. I due protagonisti si scontrano e si confrontano immaginando un luogo di passaggio tra la vita terrena e l’eternità assoluta, dove le anime soggiornano prima di andare nel luogo del mistero assoluto.

 

 

 

Sala del Carmine

Venerdì 17 dicembre ore 21

Kvetch (piagnistei)

di Steven Berkoff

con Ivan Zerbinati, Laura Bussani, Simone Luglio, Federico Giani

regia Tiziano Panici

scene e luci Nicola Bruschi

musiche originali David Matteucci

costumi Anita Ferri

tecnico luci Paolo Meglio

ideazione grafica Angelo Sindoni

 

Uno spettacolo, come dice il suo stesso autore, “dedicato a chi ha paura di aver paura, di fallire, di esporsi, di dire quello che pensa…”. Il ritratto impietoso di una quotidianità come tante altre, di personaggi comuni fino ad essere banali, ma raccontati in modo tale da svelarne i più reconditi pensieri e i più inconfessabili segreti. Divertente e amaro.

 

 

 

Sabato 8 gennaio ore 21

COMPAGNIA ARGENTINA ROBERTO HERRERA

Tango

direzione e coreografie Roberto Herrera

direzione musicale Ariel Rodriguez

 

Sulle note della musica del famoso Decarisimo Quinteto, Roberto Herrera (coreografo e ballerino di fama internazionale) e la sua straordinaria compagnia di giovani talenti della danza presentano un grande spettacolo dove l’irresistibile eleganza, sensualità e seduzione del tango si fondono armonicamente con la forza del folclore argentino.

 

 

Venerdì 21 gennaio ore 21

GIOBBE COVATTA – ENZO IACCHETTI

Niente progetti per il futuro                                       Prima nazionale

di Francesco Brandi

con Giobbe Covatta e Enzo Iacchetti

regia Francesco Brandi

scene e costumi Nicolas Bovey

 

Due uomini decisi a suicidarsi s’incontrano per caso. Lo spettacolo (il cui testo è vincitore del Premio Flaiano 2009), è un gioco teatrale surreale, una parabola contemporanea che cerca di raccontare con i toni della leggerezza e del paradosso una società in crisi, dove i valori dell’uomo appaiono lisi e sfilacciati sullo sfondo di un progressivo impoverimento spirituale.

 

 

Sabato 29 gennaio ore 21                                                                                 Fuori abbonamento

LORETTA GOGGI

SPA Solo Per Amore

di Augusto e Tony Fornari, Loretta Goggi e Carlo Pistarino

con Stefano Bontempi e Erika Puddu

regia Gianni Brezza

scenografie Massimiliano Nocente

costumi Giovanni Ciacci

coreografie Stefano Bontempi

 

Inimitabile artista poliedrica, Loretta Goggi torna a calcare i palcoscenici con un one woman show fatto di musica, teatro e tanto divertimento, dove spazia dall’omaggio ai grandi cantautori italiani a momenti di comicità e dialogo con il pubblico. Per chi ama lo spettacolo di classe e la classe nello spettacolo. Ad accompagnarla orchestra e corpo di ballo.

 

 

Sabato 5 febbraio ore 21

MARIANO RIGILLO – ANNA TERESA ROSSINI

Il burbero benefico

di Carlo Goldoni

adattamento e regia Matteo Tarasco

e con Fabrizio Vona, Francesco Di Trio, Salvatore Rancatore

 

Straordinaria commedia di caratteri attraversata dal conflitto tra essenza e apparenza, il capolavoro di Goldoni descrive un mondo vacuo e corrotto, dove soltanto un uomo, il retto e puro Geronte – che tutti credono “burbero”-, si staglia moralmente sugli altri con la sua generosa “benevolenza”.

 

 

Sala del Carmine

Venerdì 11 febbraio ore 21

MASCIA MUSY

Love

un racconto di Susanna Tamaro

con Mascia Musy

drammaturgia e regia Emanuela Giordano

musiche originali Fiore Benigni

un progetto di Emanuela Giordano e Mascia Musy

 

Una storia di diritti negati, di ingenuità tradita, di violenza fisica e psicologica. Tratto da un racconto si Susanna Tamaro, il monologo ha come protagonista una zingara adolescente che, entrata in un giro di prostituzione e sfruttamento, intravede nell’incontro con un uomo “amorevole” la sua meritata occasione di riscatto. Ma altre disillusioni l’attendono.

 

 

Domenica 20 febbraio ore 17

Pamela Villoresi – David Sebasti

Appuntamento a Londra

di Mario Vargas Llosa         traduzione Ernesto Franco

con Pamela Villoresi e David Sebasti

regia Maurizio Panici

scene Francesco Ghisu       costumi Lucia Mariani

musiche Germano Mazzocchetti

luci Emiliano Pona          video Andrea Giansanti

 

Due amici di gioventù si ritrovano a Londra dopo molti anni, Nel loro incontro rivivono il passato, mescolando bei ricordi con brutte storie che credevano ormai sotterrate o delle quali , forse, ignoravano l’esistenza. Un’indagine sul valore dell’amicizia e dei sentimenti, una profonda riflessione sul tema dell’identità  e della vita segreta delle persone.

 

 

Martedì 8 marzo ore 21                                                                           Fuori abbonamento

Mercoledì 9 marzo ore 21

ARTURO BRACHETTI

Brachetti, ciak si gira

con Arturo Brachetti

regia Serge Denoncourt

 

Con un one man show che racchiude il meglio del suo repertorio, Brachetti ci porta in un sorprendente viaggio nell’universo del cinema. Con fulminei cambi di costume si trasforma in una sessantina di personaggi, uno zapping cinematografico esilarante e sorprendente che regala emozioni e sogni che facciamo fatica a rivivere nella vita reale.

 

 

Sabato 9 aprile ore 21                                                                            Fuori abbonamento

TERESA MANNINO

Terrybilmente divagante

di Teresa Mannino

regia Marco Rampoldi

 

Solare presenza del panorama comico italiano, Teresa Mannino coniuga una raffinata tecnica attoriale con una capacità di improvvisazione assolutamente spontanea e originale. Palermitana, dal 2007 si è aggiudicata a pieno titolo, con i suoi accattivanti monologhi, il palcoscenico della prima serata di Canale 5 a Zelig Tv, passando per una formativa esperienza come conduttrice di tre edizioni di Zelig OFF (2007/2008/2009).

La sua comicità è graffiante, leggera, intelligente e sottile.

Le sue storie dalla Sicilia attraversano tutta l’Italia per fermarsi nel grande nord, per accendere un sorriso, far riflettere, scatenare una risata.